Category : Lo sapevi che….?

maca-integratore-bioLa MACA

La MACA

Scopriamo insieme…
La MACA

maca-integratoreLa maca è una pianta che viene dalle Ande e che quindi cresce a temperature estremamente basse. Da qui, probabilmente, il suo temperamento forte e resistente.

Noi ne utilizziamo la radice, ricchissima di sostanze utili al nostro organismo: contiene infatti la vitamina B6, il magnesio, il potassio, il ferro e la vitamina C. 

Importante anche il suo contenuto di aminoacidi essenziali, acidi grassi e fibre, senza dimenticare gli steroli.

Tutto ciò conferisce alla Maca grandi proprietà sia sul piano energetico che su quello mentale: non contiene caffeina, ma è in grado di stimolare concentrazione e memoria; viene inoltre usata al posto degli anabolizzanti da sportivi e culturisti.

Da non trascurare la sua azione equilibrante sul sistema ormonale: l’uso di questa pianta riduce infatti i disturbi legati al ciclo mestruale e regolarizza il ciclo; nell’uomo, invece, aiuta la motilità degli spermatozoi favorendo la fertilità.

Leggi
pegaso-integratoriIntegratori per recuperare uno stato di salute ottimale!

Integratori per recuperare uno stato di salute ottimale!

UN ALTRO MODO PER STARE BENE

L’alimentazione è fondamentale per la salute, ma a volte non basta. I primi freddi, lo stress, un periodo di dieta non equilibrata possono indebolire le nostre difese immunitarie e causare disturbi come gonfiore addominale, acidità, stanchezza generalizzata.
Sapete che all’Acacia potete trovare gli integratori di cui avete bisogno per recuperare uno stato di salute ottimale?
Se non sapete quale prodotto sia più adatto a voi chiedeteci consiglio! Saremo felici di guidarvi verso scelta più corretta!
www.pegaso.eu
www.naturalpoint.it

 

Leggi
succo-acerola-vitaminaCVitamina C e succo di Acerola

Vitamina C e succo di Acerola

Oggi parliamo di Vitamina C

La vitamina C, o acido ascorbico è forse la meno stabile tra tutte le vitamine. Resiste bene in soluzione acida, ma è molto sensibile al calore, alla luce e all’aria.

Come se non bastasse, lo stress e le frustrazioni quotidiane contribuiscono a consumare le nostre riserve di vitamina C in maniera notevole.

Siete fumatori? Vivete in una città inquinata? Bene, anzi, male! Perché in questi casi il vostro fabbisogno quotidiano di vitamina C è più alto!

Ma a cosa serve la vitamina C?

succo-acerolaInnanzitutto mantiene sano il collagene, fondamentale per la salute di pelle, ossa, denti e legamenti; svolge un importante ruolo nella rimarginazione delle ferite e nel prevenire le emorragie; protegge i capillari e la loro elasticità; è un potente antiossidante naturale; combatte le infezioni batteriche e quelle virali, per ciò viene spesso usata per contrastare i sintomi del raffreddore, ma anche della fastidiosa rinite allergica.

L’acido ascorbico contribuisce al metabolismo di aminoacidi come fenilalanina e tirosina, che si trasformano in ormoni. Anche nei confronti dell’acido folico ha un grande ruolo: lo trasforma infatti nella sua forma attiva, l’acido folinico. Protegge il ferro dall’ambiente acido dello stomaco, così come protegge la tiamina, le vitamine A ed E, la riboflavina e l’acido pantotenico.

Purtroppo, come abbiamo visto, lo stress depaupera rapidamente le nostre scorte contenute nelle ghiandole surrenali. Per questo motivo è necessario assumere piccole dosi di vitamina più volte nel corso della giornata. Piccole dosi in quanto l’assorbimento è inversamente proporzionale alla quantità assunta. In caso di assunzioni eccessive la vitamina C viene eliminata tramite le urine, e, transitando per le vie urinarie, protegge le mucose da possibili infezioni.

Il fabbisogno quotidiano di acido ascorbico, secondo il Consiglio Nazionale di Ricerca americano è di 60 mg, ma può variare in base all’età, a eventuali malattie, al peso, al metabolismo e alle condizioni ambientali.

Un fumatore ad esempio ha un fabbisogno più alto (circa 100 mg), così come chi conduce una vita molto stressata. Anche gestazione e allattamento aumentano il fabbisogno giornaliero.

I sintomi da carenza sono spesso segnali banali e quindi sottovalutati: denti fragili che perdono le otturazioni, sanguinamento delle gengive, capelli fragili che si annodano molto facilmente, tendenza a sviluppare ematomi anche a seguito di piccole contusioni, epistassi, disturbi della pelle, afte alle mucose della bocca, anemia (spesso la causa non è una mancanza di ferro, ma di vitamina C!), diminuita resistenza alle infezioni.

La vitamina C, in dosaggi terapeutici, si è dimostrata utile nel trattamento delle seguenti patologie: raffreddore, rinite allergica, pertosse, carenza di ferro, infiammazione dell’uretra, avvelenamento da mercurio.

Attenzione però agli alti dosaggi, che devono sempre essere prescritti da personale qualificato, perché la vitamina C non si elimina completamente con il sudore e con le urine, ma può accumularsi nel corpo e dare effetti indesiderati come disordini intestinali, bruciore alle vie urinarie, arrossamenti cutanei e nausea. Mi riferisco a dosaggi che superano i 2 gr al giorno, quindi nessun pericolo se invece ci si attiene alle dosi indicate in precedenza.

Dove si trova la vitamina C?

 

succo-acerolaNegli agrumi, naturalmente, nei broccoli (il gambo ne è più ricco delle infiorescenze), negli spinaci (possibilmente consumati crudi e freschi), e in un frutto molto particolare, che non cresce nel nostro paese: l’acerola.

L’acerola cresce spontaneamente in America Centrale e Meridionale e contiene vitamina C in quantità fino a cento volte superiori alle arance.

Non è possibile trasportare questo frutto nel nostro paese perché si deteriora molto rapidamente. In Italia è possibile reperirlo solo surgelato, in capsule (come integratore) o in succo.

È sufficiente un cucchiaio di succo di acerola per soddisfare il nostro fabbisogno quotidiano di vitamina C. Senza contare che questo frutto è anche ricco di vit B6, B1 e A, flavonoidi e minerali.

Fonti: G. Kirshnam e J. Kirshnam, L’almanacco della Nutrizione, Alfa Omega Editrice.

Leggi